Caffé in abbonamento e consegne a domicilio: tutte le idee di H-Camp

Fonte: corriereinnovazione.corriere.it

La Demo Night alla conclusione del programma di accelerazione di H-Farm ha messo in mostra 7 startup e i progetti wellness nati con Technogym

Dall’app che sa dove cercarti proprio quella giacca introvabile, al servizio per diventare corriere espresso da un giorno all’altro. Si è chiusa la quinta edizione del programma di accelerazione H-Camp, pensato e sviluppato dall’incubatore H-Farm di Ca’ Tron (Treviso). Dopo il lancio della selezione autunnale per attrarre nuove startup da incubare in occasione dell’evento di Casa Corriere a Expo 2015, l’incubatore fondato da Riccardo Donadon ha organizzato la serata conclusiva dell’edizione primaverile di H-Camp. Durante l’evento, le 7 startup protagoniste dell’ultima selezione hanno presentato i loro progetti agli investitori, alla ricerca di finanziamenti e opportunità che eventualmente arriveranno solo in un secondo momento. Dal servizio di caffè in abbonamento Aromapass, a PonyU, che trasforma chiunque in un corriere espresso, passando per il negozio creativo di t-shirt online Teeser, le altre quattro startup coinvolte nei pitch di presentazione sono state Deswag, Flyghter, Glix e Hopstock.

Quando parcheggiare non è più un problema

Le startup del Wellness

Nella serata conclusiva dell’H-Camp primaverile, inoltre, gli investitori arrivati in H-Farm hanno potuto valutare anche le 5 startup selezionate per la prima edizione del Wellness Accelerator, il programma di accelerazione di Technogym dedicato all’innovazione nell’ambito fitness e wellness. Dopo 4 mesi di accelerazione, le 5 startup finaliste hanno presentato i loro progetti alla ricerca di investimenti per la loro attività. Da Be You, app che unisce nutrizione ed esercizio fisico, a Dashr, app che aiuta gli sportivi a trovare il partner per l’allenamento, le altre tre startup internazionali coinvolte nell’evento sono state Fitaborate (Svizzera), Teddyapp (Olanda) e Wefitter (Spagna). Tutte le aziende si sono avvalse degli spazi e dei servizi offerti dall’incubare H-Farm e sono state accolte negli spazi dell’incubatore per 5 mesi. Ad ogni modo Wellness Accelerator resta un programma ideato e promosso da Technogym.

Le interviste

«Siamo arrivati con un’idea e in tre mesi siamo riusciti a sviluppare un prodotto. Abbiamo deciso di partecipare alla call di H-Camp perché H-Farm è una realtà internazionale che è riuscita a darci accesso a un network di investitori e mentor a cui non potevamo arrivare altrimenti», spiega al Corriere Sara Spadafora, Ceo e fondatore di GlixApp, tra i finalisti intervenuti all’evento. «Noi di PonyU abbiamo ottenuto direttamente la partecipazione alla serata conclusiva. Ma grazie ai tutor, siamo riusciti a portare a termine un lavoro straordinario in soli quattro mesi, mentre pensavamo di impiegarci il doppio del tempo», ragiona Luigi Strino, fondatore di PonyU. Ecco le video interviste ai due startupper che hanno provato a convincere gli investitori, presentando i loro progetti nell’evento conclusivo di H-Camp.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>