Dal crowdfunding migliaia di dollari ad Abdul, il rifugiato che vende penne per strada

Fonte: www.repubblica.it

Un attivista islandese ha creato una campagna fondi su Indiegogo per l’uomo, scappato dal campo profughi siriano di Yarmuk sino a Beirut. In poche ore sono arrivate donazioni per 45 mila dollari



abdulDopo aver ricevuto centinaia di richieste e sollecitazioni, Simonarson si è deciso a cercare l’uomo. Ha creato così un account Twitter chiamato #BuyPens e, dopo 30 minuti, è stato contattato da una persona che vedeva sempre l’uomo intorno a casa sua.
Ventiquattro ore dopo, l’uomo e la figlia sono stati identificati in Abdul, un padre con due bambini, e sua figlia Reem di quattro anni. A questo punto Simonarson ha deciso di sfruttare le potenzialità del web e dei social e di avviare per l’uomo, ignaro beneficiario del gesto, una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Indiegogo. La campagna si è rivelata subito un successo: in meno di mezzora erano stati già raccolti 5mila dollari, cifra poi lievitata fino a 15260 dollari in sole tre ore. Al momento in cui scriviamo ben 1498 persone hanno donato oltre 45500 dollari in 17 ore. Nella pagina dedicata ad Abdul si legge: “Grazie a tutti per il supporto. E’ bello vedere persone unirsi e fare la differenza nella vita di un’altra persona”. Simonarson ha affermato di essersi messo in contatto con l’Unicef per poter garantire ad Abdul il trasferimento in un luogo più sicuro e l’assistenza necessaria.
Il caso di Abdul è destinato a non rimanere isolato: le potenzialità dei social, anche a livello di raccolta fondi, sono notevoli. Ha riscosso successo, ad esempio, la storia di alcuni migranti sbarcati a Lampedusa che hanno realizzato, grazie al crowdfunding, la startup Cucula, un’azienda di design. Anche organizzazioni come Advancing Human Rights oSafer VPN stanno creando piattaforme per creare meccanismi di raccolta fondi o di mobilitazione ideale da adattare a situazioni politiche difficili.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>