Per lo smartwatch Wena Wrist Sony scommette sul crowdfunding

Fonte: www.lastampa.it

Disponibile in due versioni, con design classico e funzionalità smart nascoste nel cinturino, è uno dei prodotti sperimentali che l’azienda giapponese presenta sulla nuova piattaforma First Flight


Anche Sony vende uno smartwatch e lo fa attraverso il crowdfunding. Il prodotto si chiama Wena Wrist ed è l’ultima novità apparsa nei giorni scorsi su First Flight, la piattaforma su cui il colosso giapponese dell’elettronica valuta le potenzialità economiche di alcuni progetti sviluppati dai suoi dipendenti. A prima vista, il Wena appare come un tradizionale orologio da polso: classico nel design, privo di display digitale, distante anni luce dall’estetica di modelli di ultima generazione come Apple Watch. In effetti le sue funzionalità smart sono nascoste nel cinturino: notifiche attraverso vibrazioni, led luminosi, un sistema di activity tracking.

Disponibile in due modelli, a prezzi che vanno da 250€ a 520€, il Wena Wrist colpisce però soprattutto per la strategia scelta per presentarlo e commercializzarlo al pubblico: lo smartwatch è attualmente in vendita sul sito di crowdfunding su cui vengono raccolti progetti ideati dai dipendenti della Sony.

Un percorso inedito, per ora rivolto solo agli utenti giapponesi, che se da un lato rappresenta un modo innovativo per sfruttare le moderne abitudini di consumo digitale per valutare la risposta del pubblico nei confronti di nuovi prodotti alternativi alla filiera ufficiale, dall’altra susciterà inevitabilmente qualche perplessità a chi vede il crowdfunding come una forma di finanziamento dal basso che dovrebbe rimanere riservata ai creativi indipendenti, senza venire “invasa” da multinazionali e grandi aziende high tech che possono contare su altre risorse economiche.