Il Crowdfunding sociale di Brescia Smart City

Brescia Smart City ha vinto il contest nazionale lanciato da Wind e ANCI per premiare le idee più innovative con finalità sociali: il premio è stato promosso in collaborazione con la piattaforma italiana di Crowdfunding DeRev, un portale mirato a favorire la ricerca di finanziatori in rete.

=> Crowdfunding in Italia: report 2015

Brescia Smart City

Il progetto  di Brescia Smart City, Lab6, si propone di realizzare laboratori per ragazzi fino a venticinque anni per favorire il lavoro mirato a portare servizi per la comunità: i giovani possono formarsi e apprendere mettendo le loro doti creative a disposizione delle categorie svantaggiate.

I Lab6 sono quindi laboratori con finalità sociale ma anche educativa e imprenditoriale, nati grazie alla cooperativa Il Calabrone supportata dal Comune di Brescia e sostenuta da Fondazione della Comunità Bresciana.

«La rete non deve unire dispositivi e oggetti – ha affermato il vicesindaco Laura Castelletti, assessore all’Innovazione di Brescia Smart City – ma persone anche lontane. Internet ci offre l’opportunità di conoscere gli altri, capire il mondo in cui viviamo, essere più lungimiranti e collaborativi. La smart city non è una città di dati e bit, ma un senso più profondo e contemporaneo di bene comune, una percezione collettiva di doveri e di azioni concrete che ci portino tutti insieme verso un futuro sostenibile e responsabile. Il futuro non deve lasciare indietro nessuno.»

Fonte: http://www.pmi.it/tecnologia/infrastrutture-it/news/108988/crowdfunding-sociale-brescia-smart-city.html