Sardegna, Voucher Startup – Incentivi per la competitività delle Startup innovative. Domande entro il 31 marzo 2016

Sardegna,Voucher Startup: incentivi per la competitività delle Startup innovative. Beneficiari sono le startup innovative, oppure le startup costituite da non più di 24 mesi che, pur non rientrando nella definizione di “startup innovative” si propongono con un piano di sviluppo caratterizzato da significativi elementi di innovatività. Le imprese devono avere sede legale e operativa in Sardegna.

Il bando eroga voucher (contributo a fondo perduto) fino a 100.000 euro. Sono previsti contributi a fondo perduto in misura variabile fino al 80% delle spese. Obiettivo sostenere e rafforzare la competitività delle start up, incentivando processi di innovazione di prodotto, servizio o processo. Domande entro il 31 marzo 2016. (per maggiori informazioni)


In considerazione del fatto che anche iniziative imprenditoriali di recente costituzione possano, sulla base di un piano di business prospettico, avviare processi innovativi al loro interno anche non esclusivamente fondati sulla dimensione tecnologica, Sardegna Ricerche ha ritenuto di adeguare l’offerta di strumenti di incentivazione anche a questa fattispecie aziendale, proponendo l’ampliamento dei soggetti beneficiari del Voucher Startup.

La nuova versione del bando Voucher Startup prevede infatti la possibilità di partecipazione da parte di startup costituite da non più di 24 mesi al momento della domanda, le quali, pur non rientrando nella definizione di “Startup innovative”, si propongono con un piano di sviluppo caratterizzato da significativi elementi di innovatività.

FINALITA’
Nell’ambito delle attività dello “Sportello Startup”, Sardegna Ricerche intende sostenere e rafforzare la competitività delle imprese ad alto contenuto di conoscenza incentivando al loro interno processi virtuosi di innovazione di prodotto/servizio e/o di processo.
Allo stesso tempo l’iniziativa si rivolge anche a quelle startup che, pur non rientrando nella definizione di Startup innovative, si propongono con un piano di sviluppo caratterizzato da significativi elementi di innovatività.
Tale obiettivo potrà essere conseguito attraverso la concessione di un contributo (voucher) a copertura delle spese necessarie per il completamento e per le successive fasi di sviluppo del nuovo prodotto, processo o servizio posta alla base del modello di business adottato dalla Startup Innovativa.
Il bando disciplina pertanto i criteri, le condizioni e le modalità di assegnazione di un voucher come contributo alle spese sostenute nella realizzazione delle attività dirette a favorire il raggiungimento degli obiettivi del business plan.
BENEFICIARI
Possono presentare domanda le imprese aventi i seguenti requisiti:
  1. “Startup innovative” così come definite all’articolo 25, comma 2, del decreto-legge n. 179/2012, iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese di cui all’articolo 25, comma 8, del medesimo decreto – legge n.179/2012, aventi sede legale e operativa in Sardegna.
  2. Startup costituite da non più di 24 mesi al momento della domanda, che pur non rientrando nella definizione di “Startup innovative” si propongono con un piano di sviluppo caratterizzato da significativi elementi di innovatività.

- Le suddette imprese non devono aver già ricevuto aiuti per un importo pari o superiore a 100.000,00 euro nell’ambito di precedenti programmi per l’avvio di startup e/o per lo sviluppo di nuove imprese innovative

- e devono essere in attività alla data di presentazione della domanda.

REQUISITI
Le imprese che intendono partecipare al bando, dovranno presentare una domanda contenente:
  • il business plan incentrato sul completamento e/o sulle successive fasi di sviluppo del nuovo prodotto/servizio e/o processo e il cui stadio di sviluppo sia conseguentemente già in una fase avanzata tale da poter essere dimostrato per una valutazione di merito;
  • Il piano di utilizzo del voucher, della durata massima di 12 mesi, che dovrà chiarire le basi per l’esecuzione del lavoro in tutte le fasi progettate e i costi per l’esecuzione dello stesso.
CONTRIBUTO
Il Bando prevede la concessione, ad ogni singola impresa, di un contributo a fondo perduto (voucher), il cui importo complessivo, non deve superare il massimale di Euro 50.000,00 (cinquantamila euro) nel periodo in cui l’impresa richiedente risponde a uno dei due requisiti indicati precedentemente.
L’intensità dell’incentivo è determinata dalla portata innovativa dell’iniziativa e dal suo correlato grado di rischio. Tale caratteristica è misurata da 2° criterio di valutazione di cui all’art.9 nella maniera seguente:
Innovatività dell’impresa Livello di rischio Punteggio ottenuto nel 2° criterio di valutazione Intensità dell’incentivo
Impresa con alto livello di innovatività alto rischio da 16 a 20 Max 70%
Impresa con medio livello di innovatività medio rischio da 12 a 15 Max 55%
Impresa con minimo livello di innovatività basso rischio da 6 a 11 Max 40%
MAGGIORAZIONE
Per le imprese iscritte nell’elenco delle startup innovative così come definite all’articolo 25, comma 2, del decreto-legge n. 179/2012, le percentuali suindicate saranno maggiorate di 10 punti percentuali.
Per ciascun punto ottenuto nella valutazione dei criteri 9 e 10 (pari opportunità e sostenibilità ambientale) l’intensità di aiuto assegnata sulla base dei paragrafi precedenti sarà incrementata di un punto percentuale.
La somma del contributo (voucher) richiesto non dovrà essere pari o superiore a Euro 100.000,00.
DE MINIMIS
Il contributo è concesso in conformità al regime comunitario degli aiuti di stato (“de minimis”), ai sensi del Regolamento (UE) N. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013;
Si ricorda che l’importo complessivo degli aiuti “de minimis” concedibili ad una medesima impresa non deve superare il massimale di € 200.000,00, su un periodo di tre esercizi finanziari (l’esercizio finanziario entro il quale il contributo viene concesso e i due esercizi finanziari precedenti).
SETTORI AMMESSI
Con il presente bando si intende finanziare, le proposte provenienti da imprese operanti in qualsiasi settore dell’economia.
SPESE AMMESSE
Il voucher sarà concesso a fronte di spese sostenute a partire dalla data di concessione delle agevolazioni ed entro la durata prevista dal piano di utilizzo del voucher e comunque entro la data stabilita da eventuali proroghe.
Le spese effettuate dovranno rientrare nelle seguenti categorie di costo, ciascuna articolabile in più voci e sottovoci:
  • - COSTI DI FUNZIONAMENTO
  • - COSTI PER INVESTIMENTI MATERIALI E IMMATERIALI
  • - COSTI PER PRESTAZIONI DI TERZI
  • - COSTI DEL PERSONALE TECNICO COINVOLTO NELLO SVILUPPO DEL BUSINESS PLAN
  • - ALTRI COSTI CONNESSI NELLO SVILUPPO DEL BUSINESS PLAN

SCARICA I DOCUMENTI

Modulistica:

Fonte: http://www.sardegnacontributi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5702:sardegna-voucher-startup-incentivi-per-la-competitivita-delle-startup-innovative-domande-entro-il-31-marzo-2016&catid=799:voucher-startup