Microcredito: al via il click day

Fonte: www.fasi.biz

Al via da oggi, giorno successivo alla pubblicazione della Circolare di MedioCredito Centrale n. 8 del 26 maggio 2015, l’intervento delFondo di garanzia per le PMI sulle operazioni dimicrocredito.

Con il decreto del 24 dicembre 2014, poi integrato dal decreto ministeriale del 18 marzo 2015, il Ministero dello Sviluppo economico ha esteso l’operatività del Fondo centrale di garanzia alle operazioni di microcredito, in particolare per lo sviluppo della microimprenditorialità.

Le risorse disponibili sono pari a 30 milioni di euro, a cui si aggiungono i versamenti volontari destinati da enti, associazioni, società o singoli cittadini al sostegno della microimprenditorialità (decreto-legge n. 69-2013), tra cui quelli operati dai parlamentari del gruppo del Movimento5Stelle, per un totale di circa 40 milioni di euro.

L’importo massimo dei finanziamenti è pari a 25mila euro, ma può arrivare a 35mila in presenza di tre condizioni:

  • erogazione frazionata;
  • il beneficiario ha pagato puntualmente le sei rate pregresse all’aumento del limite;
  • il progetto finanziato è ben avviato e rispetta il contratto stabilito con l’erogatore del microcredito.

La garanzia diretta del Fondo può essere concessa fino alla misura massima dell’80%dell’ammontare del prestito concesso. La controgaranzia è ammessa fino alla misura massima dell’80% dell’importo garantito dai confidi o da altri fondi di garanzia, a condizione che queste garanzie non superino a loro volta la percentuale massima di copertura dell’80%.

Lo strumento è rivolto alle imprese già costituite e ai professionisti già titolari di partita IVA:

  • attivi da non più di 5 anni,
  • con non più di 5 dipendenti (10 nel caso di società di persone, SRL semplificate, cooperative),
  • con attivo patrimoniale non superiore a 300mila euro,
  • con ricavi lordi non superiori a 200mila euro,
  • con livello di indebitamento non superiore a 100mila euro.

I professionisti, inoltre, devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo economico.

Circolare MCC n. 8-2015

Con la Circolare n. 8 del 26 maggio 2015, MedioCredito Centrale ha approvato le modalità per l’intervento del Fondo centrale di garanzia per le PMI a favore delle operazioni di microcredito, in attuazione di quanto previsto dai decreti del Ministero dello Sviluppo economico del 24 dicembre 2014 e del 18 marzo 2015.

Le imprese e i professionisti possono quindi inviare le domande per prenotare le risorse necessarie alla concessione della garanzia, utilizzando la procedura online già disponibile sul sito del Fondo, e presentare il proprio progetto a un operatore del microcredito, a un istituto bancario o a un intermediario finanziario, che dovrà confermare di aver ricevuto la richiesta di finanziamento.

La prenotazione delle risorse non è però un passaggio obbligatorio: imprese e professionisti possono chiedere direttamente il finanziamento a banche, confidi, intermediari finanziari o operatori di microcredito, che poi presentano la richiesta di ammissione alla garanzia anche in assenza di prenotazione.

Sia in fase di istruttoria, che durante il periodo di rimborso, i soggetti finanziatori sono inoltre tenuti a prestare almeno due servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio alle imprese e ai professionisti finanziati, che possono riguardare il supporto alla definizione della strategia di sviluppo, la formazione su tematiche specifiche, la predisposizione di strategie di marketing oppure l’assistenza su problemi legali, fiscali e amministrativi.

In caso di esaurimento delle risorse, MCC sospenderà la procedura di prenotazione e comunicherà l’interruzione dello strumento sulla pagina dedicata al microcredito.

Links
Circolare MCC n. 8-2015
Microcredito: Fondazione consulenti del lavoro, istruzioni per l’uso