Una scuola di formazione ha raccolto €200k in equity crowdfunding grazie ai suoi allievi e insegnanti

Fonte: www.crowdfundingbuzz.it

Foxize, scuola specializzata in formazione sulla internet economy, ha raccolto più di 200k sulla piattaforma spagnola di equity crowdfunding Crowdcube Spagna. Più di metà dell’importo è stato finanziato da allievi e insegnanti

Scuola finanziata con equity crowdfunding in Spagna

La raccolta di capitali, per un istituto privato di formazione non è necessariamente un compito facile. Ma un’offerta recentemente chiusa su Crowdcube Spagna ha raggiunto più della metà del suo obiettivo di finanziamento grazie a insegnanti e studenti e così consumatori e lavoratori sono diventati azionisti.

Si tratta di Foxize School, ed è il primo istituto di formazione a raccogliere fondi tramite equity crowdfunding in Spagna e, forse, uno dei primi al mondo.

La campagna, ospitata da Crowdcube Spagna, ha raccolto €204.000 da 186 investitori. L’obiettivo era di raccoglierne € 150.000. L’investimento minimo era stato fissato a €250 mentre, a giochi fatti, l’investimento medio è stato un po’ più di €1.100. L’offerta ha ricevuto fondi anche da Optimist Capital – un gruppo specializzato in sharing economy e internet.

Il giovane ente formativo è stato lanciato nel 2012 e da allora ha visto più di 15.000 studenti frequentare lezioni che si focalizzano sulle competenze necessarie per il mondo digitale tra cui finanza, comunicazione e marketing.

Nel mondo in rapida evoluzione del business di Internet può essere molto arduo gestire aziende e progetti, e, nel contempo, mantenersi aggiornati sulle nuove strategie e applicazioni. Foxize ha sviluppato un approccio di “programmi intensivi” per aumentare il set di competenze e di conoscenze con un modello agile e veloce.

Una rapida visita al sito di Foxize mostra una solida lista di clienti aziendali che utilizzano l’ente formativo per la formazione dei propri executive: tra gli altri Bacardi, RBS, Pernod Ricard, Adidas e altri ancora.

Attualmente la scuola opera a Madrid, Barcellona, Tarragona, Valencia e Palma di Maiorca con una rete di 250 insegnanti. La frequentazione dei corsi può essere sia online che di persona.

Takeaway

Crediamo che si possano trarre due spunti molto interessanti da questa iniziativa:

  • L’internet economy ha ormai una velocità di evoluzione e sfaccettature così complesse che anche per gli addetti ai lavori diventa utile, se non necessario, frequentare corsi di aggiornamento
  • Anche nell’equity crowdfunding, così come nel reward, una community motivata è la miglior garanzia per lanciare una campagna di successo